ILI: Istituto di lettere italiane


Dal 1981, sensibile al rafforzamento delle proprie radici culturali, nel suo programma di sviluppo, la Fondazione SIRSSU ha inserito il progetto ILI, Istituto di lettere italiane.

Nel 1984 fu allestita una prima offerta di corsi linguistici con la consulenza, per la parte didattica, del prof. dott. Ottavio Lurati, ordinario di linguistica italiana, Seminario di lingue romanze, Università di Basilea, risoltasi nel 1986 come utile indagine delle potenzialità.

Dal 1992, prima componente del progetto, fu organizzata la Scuola ILI di lingua e cultura italiana. Essa avviò i suoi corsi dal 1993 al Centrocivico (ora sede dell’USI) grazie alla disponibilità della Città di Lugano.

Secondo un accordo con l’allora Dipartimento ticinese dell’istruzione e della cultura (oggi DECS) del 19.12.1995 la Fondazione SIRSSU ha sviluppato un programma per favorire l’arrivo presso l’USI, poi anche esteso alla SUPSI, di studenti non italofoni nell’ottica di contribuire all’apertura ed ai contatti internazionali delle strutture universitarie della Svizzera italiana. A tale scopo a fianco dei Corsi ILI / USI-SUPSI è stato creato il Fondo ILI / USI-SUPSI, alimentato dalla Fondazione SIRSSU e che assegna borse di studio a questi studenti. Ciò è attivo dal 1996.

Nel 2002, seconda componente del progetto, è attivato il Seminario ILI di italianistica con un seminario in collaborazione con la SUPSI e la Società Dante Alighieri della Svizzera italiana.

Nel 2002, terza componente, prende avvio il Laboratorio ILI di formazione continua per formatori e prende forma organizzativa il Dipartimento lingua, cultura e formazione: da esso dipendono la Scuola ILI, il Laboratorio ILI e il Seminario ILI. Il Dipartimento è riconosciuto dal 2003 con la certificazione di qualità eduQua.